natale in casa cupiello trama

Andrà in onda questa sera alle 21.25 su Rai 1 Natale in casa Cupiello. La commedia di Eduardo De Filippo intitolata “Natale in Casa Cupiello” è divenuta un film di Edoardo De Angelis con Sergio Castellitto, Marina Confalone, Adriano Pantaleo e Pina Turco. Questa versione di Natale in Casa Cupiello è un film per la televisione, scritto dal regista con uno dei massimi sceneggiatori italiani, Massimo Gaudioso.

Natale in casa Cupiello su Rai 1

Il 25 dicembre del 1931 andava per la prima volta in scena a teatro per la prima volta “Natale in casa Cupiello” di Eduardo De Filippo. Al Cinema Teatro Kursaal di Napoli, infatti, la Compagnia del “Teatro Umoristico I De Filippo”, composta dai tre fratelli Eduardo, Peppino e Titina, debuttava con una piccola commedia, un atto unico, in programma subito dopo il film della sera. L’accordo con l’impresario prevedeva nove giorni di repliche, ma dato l’inaspettato successo rimase in cartellone fino alla metà di maggio dell’anno successivo. Si trattava della prima versione di “Natale in casa Cupiello” che oggi corrisponde grossomodo al secondo atto della commedia.

La versione che andrà stasera in tv su Rai1 alle ore 21:25, nel film per la televisione di Edoardo De Angelis, è ambientate negli anni Cinquanta, nell’Italia della ricostruzione, la prima versione immaginata da Eduardo De Filippo è ambientata negli anni Trenta.

Natale in casa Cupiello: trama

La scena si svolge nell’arco di circa cinque giorni nella casa della famiglia Cupiello, della quale vengono rappresentate la camera da letto (atti I e III) e la sala da pranzo (atto II).

Il giorno di Natale è vicino e, come ogni anno, Luca Cupiello (interpretato da Sergio Castellitto) prepara il presepe. Ma a nessuno interessa. Non a suo figlio Tommasino, nonostante i tentativi di seduzione. Non a sua moglie Concetta, che ha ben altro a cui pensare: l’altra figlia, Ninuccia, infatti ha deciso di lasciare il ricco marito Nicolino per l’uomo che ha sempre amato, Vittorio, e gli ha scritto una lettera per comunicarglielo.

Concetta riesce a evitare quella che per la famiglia sarebbe una sciagura, ma la missiva capita nelle mani di Luca che, ignaro di tutto, la consegna al genero. Nicolino scopre così il tradimento della moglie. Durante la vigilia di Natale, la sbadataggine di Luca mette di fronte i due rivali e la realtà irrompe prepotente nel clima presepiale di casa Cupiello. Tutto sembra perduto, ma in soccorso di Luca, morente, arriva ancora una volta il suo presepe.

Una storia quella di Natale in casa Cupiello che ha saputo commuovere e divertire fino alle lacrime generazioni intere e che narra le dinamiche complesse e conflittuali di una famiglia che, Natale alle porte, si ritrova a fare i conti con una palese e profonda incapacità di comunicare. La versione diretta da De Angelis, e in onda questa sera su Rai 1, dopo un’attenta analisi attraverso le numerose edizioni dell’opera mutata nel corso dei decenni, sarà ambientata nel 1950. Un anno emblematicamente sospeso tra la guerra e il benessere. Napoli è ancora ferita dalle bombe ma si vedono i primi segnali di una classe media che si affermerà negli anni successivi.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it