Momenti di tensione questa mattina al Vomero, all’esterno di una nota caffetteria di via Luca Giordano (il Carlino Café). Alcuni agenti della Polizia Municipale hanno redarguito un dipendente del bar che avrebbe venduto caffé da asporto oltre l’orario consentito dall’ultima ordinanza firmata dal governatore Vincenzo De Luca.

Napoli, tensione al Vomero: vende caffé oltre le 11. Interviene la Municipale

La scena è stata filmata da un passante, che ha ripreso con uno smartphone il battibecco tra il barista, impegnato nella vendita, e i due caschi bianchi della Municipale. “Io devo portare il piatto a tavola”, ha urlato l’uomo. “Io cosa devo vendere dopo le 11. Ci costringete a chiudere”, ha continuato. L’agente della Municipale ha provato a placare gli animi e ha invitato il dipendente della caffetteria a consegnare i caffé venduti a qualche metro di distanza. “Queste persone che stanno per strada cosa devono fare?”, ha replicato il barista, alzando la voce.

Altri passanti si sono fermati per assistere alla scena e quasi tutti hanno solidarizzato con il lavoratore. Purtroppo a dargli torto è l’ultimo provvedimento targato De Luca che, interpretato alla lettera, vieterebbe di vendere anche il caffé dopo le 11 per evitare gli assembramenti davanti a bar e caffetterie. Sarebbe possibile vendere da asporto solo l’acqua. Un’ordinanza di difficile applicazione, visto che il caffé è il prodotto più venduto, soprattutto di mattina.

continua a leggere su Teleclubitalia.it