La Campania resterà arancione anche per la prossima settimana e potrà avere una svolta positiva con il passaggio alla fascia gialla dal week end successivo.

E’ la previsione che si apprende dalla Regione Campania e che si basa sulla regola imposta dal governo secondo cui devono passare almeno due settimane di permanenza in una fascia per poter cambiare colore.

La zona della Campania potrà quindi cambiare orientativamente dal 20 dicembre, il giorno prima che entrino in vigore le misure restrittive nazionali sugli spostamenti, per contenere la diffusione del virus nelle feste di Natale.

Zona gialla, cosa si può fare

  • E’ vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino salvo motivi di lavoro, necessità e salute
  • Chiudono le attività di ristorazione alle 18, l’asporto è consentito fino alle 22, nessuna restrizione per le consegne a domicilio
  • Chiudono negozi nei centri commerciali in giorni festivi e prefestivi, eccetto alimentari, edicole, farmacie e parafarmacie
  • Chiudono musei, mostre
  • Si passa alla dad a scuole superiori di secondo grado (licei, istituti tecnici e professionali). Continuano le lezioni in presenza per scuole dell’infanzia, scuole medie (che al momento in Campania sono in dad). All’università attività a distanza, salvo per le matricole.
  • Sospesi concorsi pubblici, privati e le abilitazioni professionali eccetto quello di medici e protezione civile.
  • I mezzi del trasporto pubblico, autobus, metropolitane, treni regionali, non potranno accogliere più del 50% della loro capienza massima.
  • Sospese scommesse giochi in bar e tabaccherie bar e ristornati aperti fino alle 18, asporto fino alle 22.
  • Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi.
continua a leggere su Teleclubitalia.it