Scoppia un focolaio a Torre del Greco. Già cinque le vittime. E’ quanto raccontato oggi da Il Mattino. L’ennesimo cluster di Covid-19 è esploso nella casa di riposo “Il Ricovero della Provvidenza”.

Torre del Greco, scoppia focolaio in casa di riposo: cinque vittime

Le vittime sono quattro donne e un uomo. Sono spirati nel giro di pochi giorni, da quando, lo scorso 24 novembre, si è accertata la prima positività di un’anziana. Da lì un susseguirsi di decessi che hanno colpito ben cinque persone, quasi tutti ultranovantenni, affetti da altre patologie.

Polemiche però sulla gestione del focolaio. La Fondazione Opera Pia, infatti, presieduta da monsignor Salvatore Ardesini, avrebbe controllato il cluster a proprie spese e con turni di lavoro massacranti. Asl e centro operativo comunale non avrebbero offerto assistenza, pur essendo a conoscenza di quanto stesse avvenendo tra le mura della casa di riposo. La stessa Fondazione si è occupata di attivare i protocolli allertando i medici di base e provvedendo privatamente a sottoporre a tampone i 40 ospiti anziani e i 20 operatori.

«Si precisa- si legge in una nota della Fondazione- che fin dalla prima ondata sono state seguite, con particolare attenzione, tutte le prescritte procedure di prevenzione sia per gli operatori che per gli ospiti, molti dei quali già affetti da diverse patologie. La Fondazione, ha riferito alle autorità sanitarie competenti quanto fatto e ha fornito tutti gli elementi utili all’individuazione dell’origine del focolaio, ed esprime la propria vicinanza ai familiari degli ospiti colpiti».

continua a leggere su Teleclubitalia.it