La regione Campania potrebbe ritornare in zona gialla. I dati sembrano consentire questo passaggio già dalla settimana prossima. Infatti la decisione potrebbe arrivare entro il 13 dicembre.

Campania verso la zona gialla: i dati sono positivi

I dati diramati dall’Unità di Crisi regionale ha confermato il trend positivo della gestione della pandemia: nonostante il numero ancora alto dei decessi, il numero dei positivi è sceso sotto i 2mila casi.

Campania zona gialla: cosa significa

  • E’ vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino salvo motivi di lavoro, necessità e salute
  • Chiudono le attività di ristorazione alle 18, l’asporto è consentito fino alle 22, nessuna restrizione per le consegne a domicilio
  • Chiudono negozi nei centri commerciali in giorni festivi e prefestivi, eccetto alimentari, edicole, farmacie e parafarmacie
  • Chiudono musei, mostre
  • Si passa alla dad a scuole superiori di secondo grado (licei, istituti tecnici e professionali). Continuano le lezioni in presenza per scuole dell’infanzia, scuole medie (che al momento in Campania sono in dad). All’università attività a distanza, salvo per le matricole.
  • Sospesi concorsi pubblici, privati e le abilitazioni professionali eccetto quello di medici e protezione civile.
  • I mezzi del trasporto pubblico, autobus, metropolitane, treni regionali, non potranno accogliere più del 50% della loro capienza massima.
  • Sospese scommesse giochi in bar e tabaccherie bar e ristornati aperti fino alle 18, asporto fino alle 22.
  • Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi.
continua a leggere su Teleclubitalia.it