Ancora un sanitario contagiato e ucciso dal Covid-19. Questa volta vittima del virus è stato Gennaro Sottile, 48 anni, dipendente amministrativo in direzione sanitaria in servizio presso l’ospedale Moscati di Aversa. L’uomo si sarebbe contagiato a lavoro.

Aversa, ucciso dal Covid l’infermiere Gennaro Sorvillo: aveva 48 anni

Sorvillo è spirato stamattina nell’ospedale di Maddaloni, dove era ricoverato in terapia intensiva da circa un mese. Il 48enne non è riuscito a superare la grave complicazione polmonare determinata dal Covid. Le sue condizioni sono improvvisamente peggiorate fino al decesso. I tentativi dei medici di tenerlo in vita purtroppo si sono rivelati inutili. Gennaro lascia moglie e un figlio.

Si tratta dell’ennesima vittima che il virus miete nel personale delle strutture sanitarie. Saranno loro, insieme a medici e infermieri, a beneficiare per primi del vaccino già a partire dalla fine di gennaio/inizio febbraio. Solo eri è venuto a mancare Alfonso Durante, l’infermiere di Grumo Nevano 75 anni che era rientrato a lavoro dalla pensione per aiutare il 118.

continua a leggere su Teleclubitalia.it