Ogni anno la Lombardia con la sua sanità privata incassa 800 milioni di euro in più. Da dove viene questo mare di denaro? Dalle regioni del Sud costrette a pagare le spese di cittadini che cercano una migliore assistenza al settentrione.

La Campania, commissariata perché costava troppo, dal 2009 non ha potuto più assumere ed ha dovuto ridurre la sua spesa sanitaria di quasi un miliardo l’anno. Però era “libera” di pagare quanto voleva per far curare i propri cittadini al Nord: quasi 500 milioni di euro spesi ogni anno.

Il turismo sanitario in milioni di Euro

In Campania terminano i soldi per tutto. Anche per fare una Tac ad un malato di tumore. Però se qualcuno vuole curarsi al Nord non c’è limite che tenga: può andare, i soldi non rientrano nei famosi tetti di spesa.

Capite che la sanità lombarda SPA, gestita da gruppi di potere fortissimi, non può permettersi di vedere la sua immagine distrutta come è successo a marzo ed aprile.

Il danno mediatico doveva essere recuperato. Quale occasione migliore della seconda ondata: bombardare l’Italia con le immagini della Campania allo stremo per far dimenticare ciò che è successo e succede al Nord.

Così mentre si muore di più a Milano, in Italia gira il video del morto del Cardarelli. Così mentre in Piemonte la gente viene assistita a terra, si mostrano le ambulanze in fila al Cotugno.

Nessuno vuole negare responsabilità e ritardi del governo campano. Sono sotto gli occhi di tutti. Quello che però colpisce è l’accanimento verso le regioni del Sud mentre il collasso è ovunque, in Italia e nel mondo.

Una strategia, quella della sanità del Nord, che va avanti da anni. Gli ospedali milanesi sono società che investono milioni in comunicazione. Alcune nostre Asl non hanno neanche un ufficio stampa.

La spese per il turismo sanitario per regione

Per anni i blasonati nosocomi hanno assunto giovani medici meridionali incentivandoli a fare però una volta al mese studio nei loro paesi di origine. La tecnica è quella del “fishing”: mandare qualcuno a pescare i clienti, pardon pazienti, giù al Sud.

Un sistema collaudato che negli ultimi dieci ha traghettato miliardi di euro dal Sud al Nord.
Volete conoscere i nomi delle regioni che più contribuiscono a questo salasso ai danni del meridione: Campania e Calabria. Guarda caso le due regioni più attenzionate dai media in questo tremendo mese di novembre.

continua a leggere su Teleclubitalia.it