Strage sull’asfalto, cisterna carica gas esplode in autostrada. Il bilancio è gravissimo. Un’autocisterna con rimorchio che trasportava gas naturale liquefatto si è ribaltata ed è immediatamente esplosa ieri sera in Messico. 14 persone hanno perso la vita, incluso il conducente del mezzo pesante.

La dinamica

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, il mezzo pesante stava attraversando la strada a pedaggio nello Stato di Nayarit, sulla costa dell’oceano Pacifico nell’ovest del Paese quando si è scontrato con un’altra vettura.

Dopo il primo impatto il conducente dell’autocisterna ha perso il controllo del veicolo, che si è ribaltato e in poco tempo, per cause ancora da stabilire, ha preso fuoco ed è esploso. Una deflagrazione devastante che ha coinvolto tutti i mezzi che si trovano a passare in quel momento tra cui un furgoncino con sei persone a bordo.

Drammatica la morte di chi era più vicino all’esplosione. La polizia locale ha confermato che le vittime erano ancora nei loro mezzi quando sono state raggiunte dai soccorritori ma erano completamente carbonizzate.

La Procura di Nayarit ha indicato che la causa più probabile dell’esplosione è stata l’impatto causato dalla cisterna del gas GPL contro uno degli altri tre veicoli coinvolti.

L’incidente si è verificato l’ultimo giorno del ponte di novembre, quando sull’autostrada il traffico era intenso per le tante famiglie di ritorno dalle vacanze.

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it