Ennesimo dramma in emergenza covid in Campania. E’ morto Pietro Calabrese, storico ristoratore di Lettere (Napoli). L’uomo si è spento a 65 anni in ambulanza, all’esterno dell’ospedale di Castellammare di Stabia, dopo 15 ore di attesa.

Castellammare, Pietro Calabrese muore in ambulanza di Covid: inutili 15 ore di attesa

A darne notizia è stato il sindaco di Lettere, Nino Giordano. “Oggi non ci saranno aggiornamenti ma uniamoci in silenzio ed in preghiera, perchè viviamo ancora una domenica di lutto. A distanza di una settimana, ancora nel giorno del Signore, piangiamo un altro concittadino che questo maledetto virus ci porta via. Ci lascia un uomo buono, perbene, un gran lavoratore, tutto lavoro e famiglia, silenzioso e dalle buone maniere, un decano dei ristoratori letteresi”, scrive il primo cittadino.

La notizia ha fatto rapidamente il giro dell’area stabiese, dove Pietro Calabrese era molto conosciuto per la sua attività di ristorazione. Secondo quanto ricostruito da Il Mattino, si tratta dell’ennesima vittima di Covid morta in barella che non ha potuto ricevere neanche assistenza al pronto soccorso. L’uomo è spirato in ambulanza dopo tantissime ore di attesa all’esterno del nosocomio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it