Scatta da oggi l’ordinanza del sindaco di Giugliano contro la diffusione del contagio. Piazze del centro storico interdette al pubblico dalle ore 18 alle 22. Chiuse nel weekend dalle 10 del mattino fino a sera. Oggi sono apparse le prime transenne nella centralissima piazza Gramsci con tanto di cartello rivolto ai passanti.

Giugliano, scatta l’ordinanza: chiudono le piazze

Il provvedimento del primo cittadino, Nicola Pirozzi, prevede una serie di misure anti-covid che vanno dal divieto di fumo in pubblico al divieto di consumare cibo e bevande in strada. Il limite più importante alla mobilità però riguarda i minori di 18 anni, che non potranno uscire di casa dalle 18 se non accompagnati dai genitori. Un espediente che si è reso necessario per evitare gli assembramenti di giovanissimi in città, soprattutto negli orari serali.

Restrizioni anche in fascia costiera per l’attività balneare. Sabato e domenica l’accesso alle spiagge sarà chiuso, così da scongiurare l’assalto al litorale che si è registrato lo scorso weekend. Inoltre limite di 4 persone in strada e non più di due nelle centrali via Veneto e via Gigante. In vista delle nuove decisioni del Governo centrale e della Regione, Pirozzi ha così deciso di anticipare misure di contenimento più stringenti per contenere l’ondata di contagi che sta interessando la terza città della Campania. Attualmente sono circa 1400 i positivi attuali nel grosso comune a nord di Napoli.

Le regole in sintesi:

  • Divieto di fumo in pubblico
  • divieto accesso spiagge sabato e domenica
  • piazze chiuse dalle 18 alle 22 e sabato e domenica dalle 10 alle 22
  • No cibi e bevande in strada
  • non più di 4 persone in strada
  • Non più di due su via Veneto e via Gigante
  • No al mercato settimanale
  • No minori dalle 18 in strada senza genitori
continua a leggere su Teleclubitalia.it