Palestra aperta ma con le serrande abbassate. E’ la scoperta fatta dai carabinieri della Radiomobile della Compagnia di Casoria ad Arpino, frazione del popoloso comune a nord di Napoli.

Casoria, palestra aperta contro i divieti: scatta il sequestro

Al fine di eludere i controlli, il responsabile della palestra ha tenuto la saracinesca abbassata, così da far credere che l’esercizio fosse chiuso: i militari dell’Arma sono stati insospettiti da alcuni rumori che provenivano dall’interno del locale e hanno così controllato, scoprendo la presenza del titolare e alcuni clienti, in tenuta ginnica, che stavano eseguendo i loro esercizi. Il responsabile è stato multato e la palestra è stata chiusa.

Sempre a Casoria, i carabinieri della locale Compagnia hanno sanzionato il titolare di un bar che continuava a restare aperto oltre le 18. I militari hanno disposto la chiusura per 5 giorni. Inoltre, alcuni ragazzi sono stati multati per non aver osservato il divieto di spostamento interprovinciale vigente in Campania: i ragazzi si trovavano a Casoria, nonostante risiedessero nella provincia di Caserta, senza una motivazione che ne giustificasse la presenza in città.

continua a leggere su Teleclubitalia.it