La crisi del commercio innescata dal Covid-19 colpisce anche “Il Ciottolo”, nota cornetteria di via Marina a Napoli, nonché luogo di ritrovo di centinaia di ragazzi. A comunicarlo è lo stesso titolare, Gino Bergamé, attraverso un post su Facebook.

Napoli, chiude “Il Ciottolo”: 27 famiglie in cassa integrazione

“Arriva il momento – scrive l’imprenditore -, anche Il Ciottolo abbassa le serrande…mettendo in cassa integrazione 27 famiglie! La riapertura e da destinarsi, finché non ci sarà qualche decreto che ci mette in condizione di ritornare a lavorare”.

Sono decine i negozi che in questi giorni stanno chiudendo i battenti. Il crollo delle entrare, dovuto in parte anche ai nuovi limiti d’orario imposti dai provvedimenti anti-covid, ha ingenerato una spirale negativa che ha portato molte attività commerciali in default. E c’è anche chi, tra negozianti, ha deciso di chiudere prima dell’entrata in vigore dell’ultimo DPCM. E’ quanto hanno fatto alcuni bar a Chiaia, danneggiati dal “coprifuoco” istituito dall’ordinanza regionale del governatore Vincenzo De Luca.

continua a leggere su Teleclubitalia.it