La scuola si-cura, non si chiude! De Luca dimettiti!

Stamattina siamo stati in piazza a sostegno dellele famiglie e dellele insegnanti di Giugliano in protesta contro la chiusura delle scuole. De Luca per mesi ci ha raccontato la Campania come un posto sicuro grazie al fatto che lui, lanciafiamme alla mano, lo aveva difeso. La storiella è durata fino alle elezioni, con i contagi già in crescita esponenziale da fine Agosto. È emerso che stavamo scalando la classifica regionale e che il neoeletto governatore non aveva fatto NULLA per prepararci alla seconda ondata. I posti di terapia intensiva al palo, il numero di tamponi più basso d’Italia, i Covid Hospital Chiusi, l’assistenza territoriale inesistente…

E poi la scuola, che adesso chiude per due settimane. Niente di quanto promesso da De Luca è arrivato, le scuole, con sacrificio di tutti, erano ripartite in condizioni certamente di maggiore sicurezza rispetto a quelle di qualunque altro luogo pubblico, con regole più rigide e un maggiore senso di responsabilità degli attori coinvolti. Quando i nuovi contagi hanno superato i 1000 De Luca doveva chiudere qualcosa, per non perdere la faccia. Ha scelto la scuola, nella regione col tasso di dispersione scolastica e abbandono tra i più alti in Europa, dopo non aver fatto niente né dentro la scuola né fuori, con il trasporto pubblico regionale ridotto in condizioni pessime, tra corse che saltano e vagoni affollati. Invece di aumentare i mezzi, prova a ridurre i passeggeri.

La chiusura della scuola è un atto vergognoso, ingiustificato (i primi dati, certamente da rivedere, dicono che l’impatto della riapertura suo contagi è stato minimo), totalmente inutile perché oltretutto, in assenza di lockdown generalizzato, la frequenza alle lezioni a distanza sarà bassissima e ci sarà una consistente quota di ragazze e ragazzi in giro, senza precauzioni…per non parlare di quelli, e sono tanti, già a rischio dispersione. Noi esigiamo l’immediata riapertura e la contestuale messa in sicurezza del trasporto pubblico locale e delle scuole, con nuovi mezzi, più corse, reperimento aule e spazi, campagne di screening periodico del personale scolastico, assunzione di medici dedicati alle scuole. Erano le cose che doveva dare nei mesi scorsi.
La misura è colma. La Regione prenda subito provvedimenti seri per riaprire immediatamente e in sicurezza le scuole.

Potere al popolo Giugliano



continua a leggere su Teleclubitalia.it