Ha violato la quarantena domiciliare, sebbene fosse positiva al Coronavirus, per sostenere il test di ingresso alla facoltà di Medicina. E’ accaduto a Bologna, protagonista una ragazza di 19 anni, che è stata denunciata per delitto colposo contro la salute pubblica.

Ragazza positiva al Covid-19 va al test di medicina

La ragazza era arrivata nel capoluogo dell’Emilia-Romagna in auto da Macerata, con sua madre, ed è stata fermata in tempo dalla polizia prima che potesse fare l’esame.

A far scattare l’allarme, ieri mattina, un alert arrivato nel database della polizia, dopo che in albergo erano stati registrati i documenti delle due donne.

Gli agenti hanno quindi contattato madre e figlia che si trovavano in piazza della Costituzione, in attesa che la ragazza iniziasse il test.

Era in attesa dell’esito del tampone

La 19enne ha confermato agli agenti che ad agosto si era sottoposta a due tamponi, entrambi positivi, e il 5 settembre ne aveva fatto un altro, di cui era in attesa dell’esito. Tuttavia si era comunque recata a Bologna per fare il test d’ingresso. Le due donne hanno affermato di non aver fatto soste durante il viaggio e di aver sempre indossato la mascherina, senza avere altri contatti. Ora la19enne, con la madre, si trova in un Covid-hotel in quarantena.



continua a leggere su Teleclubitalia.it