In classe con o senza mascherina e per quanto tempo? A chiarire tutti i dubbi sul rientro a scuola previsto per settembre è la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. La ministra, intervistata dal Tg1, ha specificato che è il governo è al lavoro per distribuire “11 milioni di mascherine al giorno ma abbiamo anche allargato le aule e cercato ulteriori spazi affinchè gli studenti seduti al banco possano abbassare la mascherina” ad un metro di distanza dagli altri.

Scuola, la mascherina si potrà togliere al banco. Azzolina: “Nessun rischio”

Rispondendo ad una domanda sui timori dei dirigenti scolastici, la ministra ha chiarito: “Non devono temere, abbiamo varato norme per evitare responsabilità penali ai dirigenti scolastici”. Il governo è poi al lavoro per potenziare l’organico. “Siamo assumendo fino a 100 mila persone a tempo indeterminato e altre a tempo determinato e abbiamo digitalizzato le procedure: il sistema è più rapido”.

Infine, la ministra ha sottolineato che “spetta ai genitori, prima di uscire di casa”, misurare la temperatura ai ragazzi. “Immaginiamo cosa accadrebbe se un ragazzo con la febbre, potenzialmente positivo, prendesse l’autobus o si fermasse in fila davanti a scuola in attesa di misurare la temperatura. Bisogna controllare prima. Rafforzeremo comunque il rapporto Scuola-Sistema sanitario. Ci saranno referenti nei presidi medici territoriali che supporteranno le scuole per la gestione degli aspetti sanitari. Non lasciamo soli i dirigenti scolastici, abbiamo anche attivato un help desk”.



continua a leggere su Teleclubitalia.it