Mascherina per tutto il giorno, nei luoghi in cui si posso verificare assembramenti, accetto limitato alle spiagge e orario di chiusura anticipato per ristoranti, bar e pizzerie. Il sindaco di Meta, Giuseppe Tito, impone misure più rigide per evitare i rischi di contagio.

Il provvedimento è valido a partire da domani e fino al 31 agosto. Nel confermare quanto stabilito dal ministro della Salute, Roberto Speranza, in merito all’obbligo di indossare i dispositivi di protezione anche all’aperto dalle 18 alle 6 nelle zone dove si possono verificare assembramenti, il sindaco di Meta lo estende all’intera giornata.

L’obbligo della mascherina vale anche in spiaggia. Sia per i pubblici che per i privati. Inoltre, è fatto divieto di stazionare in spiaggia dalle ore 20:00 alle 6:00. I gestori dei lidi hanno l’obbligo di far rispettare quanto disposto. In caso contrario si prevede la chiusura della struttura per cinque giorni e una sanzione di € 2.500.

Stretta sui ristoranti

Con la stessa ordinanza si stabilisce che per “bar, pasticcerie, ristoranti e pizzerie l’orario di chiusura è fissato alle ore 24 con riapertura alle 6″. Il sindaco ha anche deciso di annullare tutti gli eventi organizzati dall’amministrazione fino al 31 agosto. Per quanto riguarda, invece, le strutture private è vietato organizzare nel proprio interno serate danzanti”. La sanzione per il mancato rispetto degli orari di chiusura per i pubblici esercizi e per chi realizza eventi è sempre pari a 2.500 euro. “In questi giorni abbiamo mollato un po’ la presa – chiarisce Tito -. Indossare la mascherina ed evitare gli assembramenti significa anche rispettare gli altri”.



continua a leggere su Teleclubitalia.it