Roma. Sono risultati positivi al tampone sei ragazzi che hanno partecipato ad una festa a Porto Rotondo, in Sardegna. A comunicare i contagi è l’Unità di Crisi della Regione Lazio: si tratta di due gruppi distinti, ma entrambi hanno in comune la serata di movida a Olbia, che risale all’8 agosto scorso.

Roma, Sei ragazzi positivi al Coronavirus: hanno partecipato a una festa in Sardegna. Si teme nuovo focolaio

L’Asl competente ha già avviato un’indagine epidemiologica per risalire ai loro contatti, sottoporli ai test e metterli in isolamento. L’attenzione della Regione Lazio e della Asl è alta: si teme un nuovo focolaio a Roma per il rientro dei giovani in città.

I controlli sono scattati a seguito di due ragazze risultate positive al coronavirus che hanno manifestato i sintomi della malattia e sono state sottoposte per accertare la loro positività. La Asl Roma 1 ha avvisato il Ministero della Salute, che ha allertato la Asl sarda per i tamponi.

All’aeroporto di Fiumicino, dove sono in corso da ieri i controlli sui passeggeri che sbarcano da voli di ritorno provenienti da Grecia, Croazia, Malta e Spagna, è stato intercettato il primo positivo. Si tratta di un giovane abruzzese di rientro da una vacanza a Malta. Il ragazzo è stato posto in isolamento, subito è partito il contact tracing internazionale per il tracciamento dei contatti.

 

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it