roma nonno spara nipotino

Un bambino di 7 anni è stato ferito da un colpo d’arma da fuoco alla testa mentre era a casa del nonno in zona Conca d’Oro, a Roma. Il piccolo è stato portato in ospedale in gravi condizioni. Dalla ricostruzione sembra che a sparare sia stato il nonno di 76 anni, che alla polizia avrebbe detto che “il colpo è partito” mentre riponeva la pistola. Sul posto, oltre al personale sanitario del 118, anche la polizia scientifica per gli accertamenti del caso.

Il nonno: “Colpo partito per sbaglio mentre mettevo a posto la pistola”

Stando a quanto si apprende, in casa del 76enne c’era anche il papà del piccolo, che era in bagno quando ha sentito lo sparo. Si è precipitato nell’altra stanza e ha trovato il figlio a terra, ferito da un colpo di pistola sparato dal nonno. Quest’ultimo ha raccontato che il colpo sarebbe partito per errore mentre metteva a posto la pistola, regolarmente detenuta.

Nelle prossime ore sarà il piccolo sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Quando i soccorritori sono arrivati, il piccolo era a terra ma ancora cosciente nonostante la profonda ferita alla testa. Sulla vicenda indagano gli uomini del commissariato di polizia di Fidene. In corso i rilievi da parte degli agenti della polizia scientifica all’interno dell’appartamento dell’anziano. Il nonno del bimbo è sotto shock



continua a leggere su Teleclubitalia.it