bonus 500 euro pc

Bonus internet e PC fino a 500 euro. Il ministro Stefano Patuanelli, ha firmato i decreti attuativi per gli interventi previsti dal Piano scuola e dal Piano Voucher per le Famiglie nell’ambito della strategia della banda larga e per la quale sono stati stanziati 600 milioni di euro. Il bonus internet e PC, un voucher da 500 euro, è destinato alle famiglie con un ISEE basso.

I finanziamenti riguardano scuole e famiglie per l’acquisto di una connessione, ma anche per la dotazione di PC e tablet e previsto dal PNR. Il bonus 500 euro per internet e PC è fondamentale dal momento che la didattica a distanza

500 euro per PC e tablet. Ecco a chi spetta il bonus

Il bonus PC e tablet prevede un sussidio variabile da utilizzare per diverse esigenze. L’aiuto potrà essere usato per connessioni internet a banda ultralarga e per il comodato d’uso di tablet e PC. Infratel gestirà tutti gli interventi, con un portale online su cui gli operatori potranno registrarsi. Il sussidio sarà disponibile per i nuclei familiari con un ISEE inferiore a 20.000 o a 50.000 euro. Inoltre, il bonus verrà erogato per sostenere la digitalizzazione delle imprese, con un importo che andrà dai 500 ai 2.000 euro.

Bonus pc per le famiglie, come funziona

Riguardo al voucher pc, per ora non se ne conoscono ancora i dettagli, ma si sa solo che il bonus pc fino a 500 euro verrà concesso alle famiglie con reddito Isee inferiore ai 20mila euro, che in Italia sono circa 2,2 milioni. Stando alle prime ipotesi, dovrebbe essere così strutturato:

  • famiglie con Isee inferiore a 20mila euro: 500 euro (200 euro per la connettività e 300 euro per tablet o pc in comodato d’uso);
  • famiglie con Isee inferiore a 50mila euro: 200 euro per la connettività ad almeno 30 Mbps (tutte le tecnologie incluso satellite).

Le prime avranno la precedenza sulle seconde nell’erogazione dei contributi.

Come richiedere il bonus

Per ottenere il voucher sarà sufficiente fare richiesta a un operatore che rispetti i requisiti di connettività. Sarà poi l’operatore a erogare il bonus come sconto sul canone o sull’eventuale costo di attivazione, fornire il router e il computer o il tablet scelto dall’utente. Ciascun beneficiario può usufruire di un solo voucher e il bonus non può subire passaggi d’intestazione a un altro componente della famiglia. Gli operatori si impegnano a garantire almeno un anno di contratto, ma potranno offrire contratti anche di durata superiore ai 12 mesi. Non c’è vincolo di rimanere con il contratto per il quale si è beneficiato del bonus. Se si deciderà, in seguito, di cambiare operatore, resta il diritto di usare il credito residuo per il nuovo contratto.

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it