L’hanno già ribattezzata la “truffa del cellulare rotto” ed è il nuovo espediente con cui ricorrono alcuni malviventi per estorcere danaro agli automobilisti che finiscono nella loro rete.

Campania. Truffa del cellulare rotto: come funziona

I primi episodi si sono consumati a Sarno, in provincia di Salerno. Tra piazza Marconi e via Piave, sono diverse le vittime della truffa.   La strategia sembra essere anche ben collaudata da un gruppo di tre giovani.  Da quanto segnalato dalle vittime, i tre si affiancano ad un’auto in sosta ed appena l’automobilista rimette in moto per ripartire, uno dei finge di essere stato urtato ed a causa del colpo di aver rotto il cellulare.

E’ così che hanno convinto diverse persone a lasciare tra i 50 ed i 100 euro per la riparazione dello smartphone.  I giovani truffatori si muoverebbero anche in comuni limitrofi, sempre con lo stesso modus operandi, a bordo di due scooter. Altre segnalazioni sono giunte dai paesi limitrofi e sembra che, così come la “truffa dello specchietto”, anche questa versione più tecnologica stia riscuotendo “successo” tra i malviventi della Campania.

continua a leggere su Teleclubitalia.it