focolaio Treviso

Treviso. Nel Veneto il Coronavirus torna a fare paura. Tre migranti sono risultati positivi al Covid al Centro di accoglienza dell’ex Caserma Serena di Casier, in provincia di Treviso. Ed è subito scattato l’allarme: è stato avviato e completato lo screening per veirificare la situazione. Sono stati eseguiti 315 tamponi – 293 sui migranti e 22 sugli operatori – che hanno evidenziato 129 positività tra gli ospiti. Questa mattina il governatore del Veneto Luca Zaia, in visita a Vo’ Euganeo, ha confermato: «In totale sono 133 i migranti positivi nella ex caserma Serena»

«I pieni poteri vanno dati alle Regioni che hanno dimostrato di poter gestire l’emergenza meglio di chiunque altro». Lo ha detto il Governatore del Veneto Luca Zaia a Vò parlando delle polemiche nate dal prolungamento dell’emergenza Covid deciso dal Governo. «La prossima che emanerò sarà un’ordinanza di mantenimento rispetto alle misure che verranno prese – ha concluso – In ogni caso mi confronterò col ministro Speranza».

inlineadv

Il matrimonio a Enna

Uno degli ultimi focolai segnalati arriva dalla provincia di Enna. Una novantina di persone che hanno partecipato a una festa di matrimonio a Nicosia sono sottoposte a quarantena dopo la notizia che uno degli invitati che vive e lavora in Germania è risultato positivo al Covid 19 ed è stato ricoverato in ospedale al suo rientro dall’Italia. Tutti gli invitati saranno sottoposti a tampone nelle prossime ore mentre si stanno accertando i contatti che hanno avuto da sabato 26 luglio, data del matrimonio.

related