bus sassate

Casalnuovo. Aveva chiesto di indossare la mascherina a bordo, come è di fatto obbligatorio sui mezzi pubblici, ma loro si sono rifiutati e hanno preso a sassate il bus. È successo intorno alle 18.50 di ieri, 23 luglio, a Casalnuovo, in provincia di Napoli, sull’autobus Anm della linea 669.

Casalnuovo, autista chiede loro di indossare mascherina: bus preso a sassate

I due sono stati rintracciati dai carabinieri e sono stati portati in caserma per accertamenti. Stando ad una prima ricostruzione, i giovani – entrambi 20enni – erano saliti sul mezzo che copre la tratta che collega la Stazione Centrale di Napoli, in piazza Garibaldi, col comune vicino di Casalnuovo.

A scatenare la reazione violenta, come spiegato alle forze dell’ordine dall’autista, è stata proprio la richiesta da parte dell’autista di indossare la mascherina. A quel punto i ragazzi si sono rifiutati e hanno cominciato ad agitarsi; uno dei due ha inveito contro il conducente e lo ha minacciato.

Una volta scesi, i ragazzi hanno cominciato a colpire l’autobus a calci, poi hanno raccolto delle grosse pietre da terra ed è cominciata la sassaiola: con un colpo hanno mandato in frantumi la porta centrale, per fortuna senza ferire nessuno, e sono scappati di corsa. L’autista ha fermato poco dopo una gazzella di carabinieri di passaggio per denunciare l’accaduto, i giovani sono stati rintracciati dai militari. Adesso rischiano la denuncia per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio.

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it