coronavirus badante

Treviso. Due donne sono risultate positive al Coronavirus. Si tratta una 55enne in visita alla figlia e successivamente la cognata, 57 anni, che era a bordo di bus di un’agenzia privata con a bordo una ventina di passeggeri, comprese diverse badanti.

Treviso, pullman badanti contagiate

Come riporta il Gazzettino, a preoccupare è soprattutto il percorso fatto dal pullman. Il mezzo, dopo essere partito dai Balcani, è entrato in Italia attraversando il Friuli. Domenica sera ha fatto tappa a Treviso e poi ha continuato fino a Bologna. A Treviso sono scese 5 persone.

Due donne sono risultate positive ed entrambe sono in isolamento domiciliare. “Le badanti che rientrano dall’estero contattino subito i nostri centri per eseguire gratuitamente il tampone per il coronavirus. Anche chi non è ancora in regola. Non ci sono problemi: le porte sono aperte per tutti. È meglio che siano sicure di non aver contratto il Covid-19, mettendo al riparo la loro salute e quella degli anziani assistiti, dei familiari e degli amici, piuttosto che rimanere nascoste, magari rischiando poi una denuncia per procurata infezione”. Questo l’appello di Francesco Benazzi, direttore generale dell’Usl trevigiana alla luce degli ultimi fatti nella Marca: sono emersi 7 contagi tutti legati a persone rientrate dal Kosovo.

Il servizio Igiene e sanità pubblica ha già recuperato l’elenco dei passeggeri. Tre si erano fermate a Treviso. Dopo averle individuate, sono state messe a loro volta in quarantena e sottoposte a tampone. L’esito arriverà oggi. Ma mancano all’appello altre 15 persone.

 



continua a leggere su Teleclubitalia.it