Mondragone. Una donna italiana residente nella ‘zona rossa’ dell’ex Parco Florida è guarita dal Coronavirus. Si tratta della prima paziente guarita dall’inizio della scoperta del focolaio nelle cinque palazzine dell’area Palazzi ex Cirio.

Coronavirus a Mondragone, c’è la prima paziente guarita dal Coronavirus

La donna – come riportato da casertanews – è risultata negativa a due tamponi di controllo. Dopo essere risultata positiva era stata trasferita al presidio Covid di Maddaloni ma ora potrà tornare a casa, dove dovrà restare 14 giorni in isolamento domiciliare.

L’impennata di casi Covid tra la comunità bulgara (residente nei voluminosi edifici simbolo del degrado urbano) ha fatto scattare la chiusura dell’intera area  da parte della Regione. Al momento sono 72 i casi legati al focolaio di Mondragone.

Focolaio in un’azienda di Falciano del Massico

Sempre nel casertano, si registra un secondo focolaio in un’azienda di Falciano del Massico causato da un contagio collettivo dei dipendenti. Il Dipartimento di prevenzione della Asl di Caserta ha evidenziato che 27 dei 28 casi positivi rilevati dopo il secondo screening sono risultati essere dipendenti di un’azienda agricola sita nel comune di Falciano del Massico, confinante con Mondragone.

I dipendenti risultati positivi sono domiciliati a Mondragone (18), a Falciano del Massico (4), a Sessa Aurunca (3), a Carinola (1) e a Recale (1). L’azienda di Falciana del Massico è stata chiusa per consentire la sanificazione degli ambienti.

 

 

 

 


continua a leggere su Teleclubitalia.it