Salgono i casi positivi di coronavirus nel focolaio di Fiumicino. Sono dodici, adesso (ieri erano otto). E’ questo l’esito emerso dall’analisi di circa 1300 tamponi processati da venerdì a oggi. Tra i contagiati anche un cliente del bistrot-ristorante da cui è partito l’allarme.

Fiumicino, salgono del ristorante i positivi: sono 12. C’è anche un cliente

Ad aggiornare sulla situazione è il sindaco del comune del litorale romano Esterino Montino. “La Asl RM3 ci ha trasmesso gli ultimi aggiornamenti sul caso nato dal dipendente di un bistrot risultato positivo al coronavirus. Su 1300 tamponi eseguiti da venerdì scorso ad oggi – spiega il sindaco – sono risultate positive in totale 12 persone. Oltre alle 8 già note, si tratta di altri due coinquilini del primo paziente, di un ragazzo legato all’attività Indispensa e di 1 cliente, che è asintomatico ma pur sempre positivo al virus”.

inlineadv

L’indagine epidemiologica prosegue, anche se il flusso di persone al drive-in di Casal Bernocchi sta, naturalmente, calando. “Possiamo affermare che si tratta comunque di un fenomeno molto circoscritto e sostanzialmente limitato alla cerchia di persone direttamente legate all’azienda. Possiamo affermare serenamente che si può venire sul nostro territorio e frequentare le nostre attività con tranquillità – aggiunge ancora il sindaco -. Rispettando le regole, chiunque voglia passare una giornata sulle nostre spiagge o venire in uno dei nostri ottimi ristoranti, può farlo senza timore”.

La notizia dei 12 positivi arriva dopo la decisione di due giorni fa di disporre la chiusura di un secondo ristorante. Dopo l’accertamento di questo nuovo focolaio, la Asl Roma 3 ha infatti ordinato le serrande abbassate per il chiosco Spuma sul lungomare della Salute, dopo Indispensa Bistrot, a causa della positività del titolare di entrambi i locali. Tra i contagiati anche un dipendente della prima struttura, un bengalese rientrato dall’estero oggi ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Spallazani di Roma.

related