marano

Marano. Si sono dati appuntamento in via Merolla per deporre una corona di fiori nel punto in cui Giuseppe Morra, 14 anni, ha perso la vita e per lanciare palloncini bianchi in sua memoria.

Decine di adolescenti hanno voluto salutare così il 14enne deceduto ieri sera al San Giuliano di Giugliano, poche ore dopo dall’incidente che lo ha visto coinvolto e sul quale si indaga ancora per capire cosa sia esattamente successo.

inlineadv

Stamattina gli amici Giuseppe hanno organizzato un flash mob a Marano: in via Merolla ragazze e ragazzi si sono raccolti per un minuto di silenzio, si sono abbracciati fra loro e poi hanno fatto partire un lungo applauso. Per Giuseppe è stato dedicato anche uno striscione. “Rimarrai sempre nei nostri cuori”, si legge sul telo bianco affisso alla ringhiera di un balcone di una palazzina.

L’incidente

La dinamica del sinistro stradale è ancora al vaglio della polizia municipale. Come anticipa il portale online Terra Nostra News, lo scooter del 14enne non era assicurato e con ogni probabilità il giovane non indossava il casco. Con lui c’era anche un amico, che ha riportato solo lesioni alla gamba.

Stando ad una prima ricostruzione, l’adolescente avrebbe perso improvvisamente il controllo dello scooter sul quale viaggiava assieme ad un coetaneo, andandosi a schiantare contro dei paletti.

Subito dopo la caduta dal mezzo, Giuseppe non presentava lesioni evidenti alla testa e non si esclude che il ragazzo possa aver subito un trauma allo sterno.

Chi ha assistito alla scena ha subito allertato i soccorsi. I paramedici del 118 hanno trasportato i ragazzi al nosocomio giuglianese. Una volta in ospedale, le condizioni di Giuseppe si sono aggravate: i medici hanno cercato di salvargli la vita in tutti modi, ma in serata il suo cuore ha smesso di battere.

Le indagini

Si cerca di capire cosa sia successo ieri pomeriggio in via Merolla e come mai il giovane abbia perso il controllo dello scooter.  Determinanti, ai fini delle indagini, saranno le immagini registrate da alcune telecamere della zona, ora al vaglio dei vigili.

Video

related