neonati instagram

Neonati venduti online come merce e addirittura mostrati ai potenziali acquirenti attraverso foto pubblicate su account Instagram.

È l’agghiacciante scoperta fatta dalle autorità iraniane che nelle scorse ore ha portato allo smantellamento di una rete dedita al traffico di minori sul web.

inlineadv

Neonati venduti come merce su Instagram: smantellato traffico di minori

Come riporta Fanpage.it, la Polizia di Teheran ha arrestato tre persone. Per loro l’accusa è di far pare di una vasta rete che avrebbe organizzato un traffico di minori, compresi neonati.

Secondo quanto reso noto dal capo della polizia di Teheran, Hossein Rahimi, le tre persone arrestate in Iran gestivano account su Instagram in cui pubblicizzavano la “vendita” di un bimbo di due mesi e di un altro di appena venti giorni. “Abbiamo scoperto tra i 10 e i 15 account Instagram e arrestato gli amministratori” ha spiegato Rahim, rivelando che “le pubblicità fissavano prezzi tra 400 e 500 milioni di rial (tra 2.000 e 2.500 dollari) per ogni piccolo”. Secondo le stesse fonti citate dall’agenzia di stampa iraniana Ilna, altri bambini più grandi sarebbero stati comprati da altri soggetti per cifre tra 50 e 100 milioni di rial. Affidati ai servizi sociali i piccoli finiti nella rete degli sfruttatori.

Secondo la televisione statale iraniana, uno degli uomini arrestati ha affermato di aver preso i bambini da famiglie che non potevano permettersi di crescere i piccoli e di averli ceduti a famiglie che volevano adottarli e non potevano farlo normalmente.

 

related