casa a luci rosse salerno squestrata

Dopo il lockdown torna pure la prostituzione. A Salerno, in zona porto, gli agenti della Polizia di Stato hanno scoperto e posto sotto chiave una casa a luci rosse frequentata da avvenenti ragazze sudamericane.

Salerno, sequestrata casa a luci rosse

I poliziotti hanno scovato un appartamento usato per l’attività di prostituzione. Il controllo da parte degli agenti della Squadra Mobile è scattato dopo alcune segnalazioni che riferivano di un continuo viavai di persone all’interno di uno stabile nelle ore notturne.

Dopo una serie di appostamenti, gli agenti hanno maturato il fondato sospetto che all’interno dell’appartamento, occupato da una cittadina sudamericana, si consumassero prestazioni sessuali a pagamento. Pertanto, gli uomini della Sezione Falchi hanno fatto irruzione all’interno dell’appartamento. Nell’abitazione i poliziotti hanno trovato due persone, una di nazionalità colombiana di 23 anni in compagnia del suo cliente di nazionalità italiana. Erano in procinto di consumare un rapporto sessiuale.

Dalla successiva perquisizione sono stati trovati e sequestrati circa 250 preservativi, flaconcini di gel massage oltre a una somma di denaro, provento dell’attività posta in essere dalla cittadina colombiana. La Polizia ha posto l’appartamentosotto sequestro con l’apposizione di sigilli. Denunciati i presenti e la proprietaria dell’abitazione.

continua a leggere su Teleclubitalia.it