Racket tra Portici e San Giorgio a Cremano: 15 arresti e tre fermi. I nomi


Quindici arresti e tre fermi è il bilancio dell’operazione condotta ieri mattina dalla Polizia di Stato tra Portici e San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. Le persone finite in manette sono accusate di estorsione con l’aggravente del metodo mafioso. Ruotano tutti intorno ai clan operanti lungo il Miglio d’Oro. Portici e San Giorgio

Racket tra Portici e San Giorgio a Cremano: 15 arresti e tre fermi. I nomi

Quindici arresti e tre fermi è il bilancio dell’operazione condotta ieri mattina dalla Polizia di Stato tra Portici e San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. Le persone finite in manette sono accusate di estorsione con l’aggravente del metodo mafioso. Ruotano tutti intorno ai clan operanti lungo il Miglio d’Oro.

Portici e San Giorgio a Cremano: 15 arresti per estorsione

Il blitz è scattato all’alba su impulso della Direzione Distrettuale Antimafia. L’operazione nasce dall’esito di 3 indagini condotte su estorsioni a commercianti e imprenditori di Portici e San Giorgio a Cremano, da parte di due clan in battaglia tra di loro. Uno dei primi episodi di racket documentato dagli inquirenti risale al 2019 e ha visto coinvolto un professionista della zona. In quella circostanza, la vittima fu avvicinata e minacciata affinché versasse una ingente somma di denaro destinata al sostentamento degli affiliati detenuti in carcere.

Numerosi, però, i reati accertati, ai danni di imprenditori edili, hotel, bar, paninoteche, ortofrutta, garage e ditte concessionarie di servizi cimiteriali nel 2016 e 2017. Eseguito un decreto di fermo emesso dalla Procura Distrettuale Antimafia di Napoli a carico di tre persone. Si tratta di G.C. (29 anni), S.S. (21 anni) e C.S. (50 anni), tutti originari di Napoli. I tre sono ritenuti responsabili dei reati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, sequestro di persona a scopo di estorsione, rapina aggravata e detenzione e porto abusivo di armi, nei confronti di un imprenditore, titolare di un bar nel centro di Portici.

Questi i nomi dei 15 arrestati:

  • ASCIONE Giovanni, nato a Massa di Somma (Na), 27 anni;
  • BELLASTELLA Alessandro, nato a Cercola (Na), 34 anni;
  • BOSSO Ciro, nato a Torre del Greco (Na), 34 anni;
  • DE MATO Polo, nato a Napoli, 23 anni;
  • SCAFO Paolo, nato a Torre del Greco (Na), 31 anni;
  • Pasquale SCAFO, nato a Torre Annunziata (Na), 50 anni;
  • SCAFO Salvatore, nato a Napoli, 21 anni;
  • VOLLARO Carlo, nato a San Giorgio a Cremano (Na), 42 anni;
  • MARINO Ciro, nato a Portici (Na), 57 anni;
  • CHIVASSO Giovanni, nato a Torre del Greco (Na), 43 anni;
  • LUONGO Umberto, nato a San Giorgio a Cremano (Na), 43 anni;
  • SPARANO Giuseppe, nato a San Giorgio a Cremano (Na), 22 anni;
  • SCARANO Vincenzo, nato a Portici (Na), 54 anni;
  • SILVESTRINO Gennaro, nato a Napoli, 56 anni;
  • BOSSO Carmine, nato a Cercola (Na), 55 anni.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.