Quella maledetta 600 che si è trasformata in una trappola: Giugliano sotto choc per la morte di Federica


Giugliano. Quella maledetta auto che si è trasformata in una trappola strappando alla vita la giovane Federica Diana. Di anni Federica ne aveva solo 22, una vita davanti, mille progetti e tanti sogni che non realizzerà mai. Un dramma, avvenuto questa notte, che ha sconvolto, non solo amici e parenti della bella 22enne, ma l’intera

Quella maledetta 600 che si è trasformata in una trappola: Giugliano sotto choc per la morte di Federica

Giugliano. Quella maledetta auto che si è trasformata in una trappola strappando alla vita la giovane Federica Diana. Di anni Federica ne aveva solo 22, una vita davanti, mille progetti e tanti sogni che non realizzerà mai. Un dramma, avvenuto questa notte, che ha sconvolto, non solo amici e parenti della bella 22enne, ma l’intera comunità giuglianese.

Federica stava rientrando a casa, dopo una serata trascorsa in compagnia delle amiche di una vita. Era seduta sul lato posteriore quando l’auto, con a bordo altre 2 ragazze , ha perso il controllo, complice forse anche il manto stradale bagnato, impattando la 500 L nera e terminando la corsa contro il muretto che fa da incrocio con via degli Innamorati.

Giugliano, la tragedia di Federica

Sul posto sono arrivate 4 ambulanze, i vigili del fuoco che hanno estratto le giovani dalle lamiere della 600 bordeaux e i carabinieri della compagnia di Giugliano. La corsa disperata all’ospedale di Giugliano ha tenuto viva la speranza di tutti. Ma purtroppo Federica non ce l’ha fatta.

La notizia ha fatto il giro della città in pochissimo tempo. In molti hanno voluto ricordare Federica con un messaggio, una foto postata sui social. La tua perdita lascia un enorme vuoto nel mio cuore. Il dolore è tanto che ho la sensazione che non potrò superare questo terribile momento ma poi penso a te, alla tua forza e alla tua determinazione, a come affrontavi le difficoltà della vita, e mi dico che non posso lasciarmi sopraffare dalla sofferenza. Devo continuare a vivere con il sorriso come tu avresti voluto. Il tuo sorriso era la tua più grande forza. Ti ricorderò per sempre con amore e ricorderò di te quel sorriso e quella gioia che emanavi anche nelle circostanze più tristi, scrive Dina su Facebook.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.