Karol un Uomo Diventato Papa

Alle 21:37 di sabato 2 aprile 2005, Giovanni Paolo II si spense all’età di 84 anni. Soltanto due giorni prima si era affacciato dalla sua finestra su Piazza San Pietro, ma non era riuscito a parlare. Dal giorno della sua morte fino a quello delle esequie, oltre tre milioni di pellegrini si recarono a Roma per rendere omaggio alla sua salma. Anche il mondo dell’intrattenimento fece un suo personale tributo al pontefice scomparso, attraverso una miniserie prodotta da Pietro Valsecchi e diretta da Giacomo Battiato andata in onda in due puntate, il 18 e il 19 aprile, e successivamente tutta insieme il 2 aprile del 2006. Il successo di pubblico di Karol – Un uomo diventato papa fu enorme, tanto che la fiction registrò oltre 13 milioni di spettatori e il 45% di share.
Tratto dal libro di Gian Franco Svidercoschi “Storia di Karol”, il film Karol – Un uomo diventato papa (perché ci piace considerarlo un film) vede protagonista l’attore polacco Piotr Adamczyk. Curiosamente, troviamo nel cast anche Raoul Bova (nella parte di un amico sacerdote di Karol Wojtyla giustiziato da un nazista) ed Ennio Fantastichini (nei panni di un amico del futuro pontefice).

Di cosa parla il film Karol – Un uomo diventato papa

Come riporta Comingsoon, il film diretto da Giacomo Battiato si apre nel mese settembre del 1939 a Cracovia (in Polonia) dove un Karol Wojtyla diciannovenne studia filologia e filosofia all’Università, scrive testi teatrali e si diletta a recitare, mentre guadagna qualche soldo facendo l’operaio nella fabbrica della Solvay. Già orfano di madre dall’età di otto anni, Karol perde anche il padre durante l’invasione della Polonia da parte dell’esercito tedesco. Wojtyla comprende immediatamente il male dell’ideologia nazista e vede deportare e morire molti suoi amici ebrei, così decide di cambiare la propria vita servendo Dio e abbraccia il sacerdozio.
Nella seconda parte di Karol – Un uomo diventato papa, assistiamo al cammino ecclesiastico del futuro Giovanni Paolo II°, dapprima parroco, poi vescovo ausiliario, arcivescovo e cardinale di Cracovia. Lo seguiamo quindi nel suo confronto con il regime comunista e nella sua difesa degli operai, e lo accompagnamo fino all’elezione al soglio pontificio il 16 ottobre del 1978.

inlineadv

Potrebbe anche interessarti >> Stasera concerto Laura Pausini su Rai 1

Stasera in tv – Karol un uomo diventato Papa, curiosità

Nei panni di Karol troviamo  Piotr Adamczyk, mentre sono presenti anche diversi attori italiani come Toni Bertorelli, Ennio Fantastichini e Raoul Bova. Appuntamento da non perdere con la miniserie che andrà in onda come un unico film questa sera, martedì 21 aprile, su Canale5.

Il cast

  • Piotr Adamczyk: Karol Wojtyła
  • Małgorzata Bela: Hanna Tuszynska
  • Raoul Bova: padre Tomasz Zaleski
  • Ennio Fantastichini: Maciej Nowak
  • Hristo Shopov: Julian Kordek
  • Lech Mackiewicz: card. Stefan Wyszyński
  • Ken Duken: Adam Zielinski
  • Violante Placido: Maria Pomorska
related