buoni spesa whatsapp truffa

Nemmeno il tempo di prevedere aiuti alle famiglie in difficoltà e già parte la prima truffa online. Circola da ieri un messaggio WhatsApp che parla di circa 200 euro di buono spesa che gli italiani possono sfruttare da subito. Si tratterebbe di un modo rapido e semplice per ottenere delle agevolazioni prima di recarsi presso i supermercati più noti, tra quelli presenti sul territorio. Ma è una truffa. E lo avverte anche la polizia di stato.

Questo messaggio sta facendo da esca: un’esca che risulta molto allettante per gli utenti che hanno poca dimestichezza con queste vicende, soprattutto in un momento caratterizzato dall’emergenza Coronavirus. Nel messaggio sono coinvolti anche marchi come Carrefour e Lidl.

inlineadv

La Polizia di Stato attraverso il suo profilo Twitter mette in guardia gli utenti dall’offerta di “falsi buoni per i supermercati” veicolata attraverso il servizio di messaggistica WhatsApp.

Buono spesa su Whatsapp

“La crisi italiana porta a tutti i cittadini buoni regalo alimentari per un valore di 200 euro”, promette l’annuncio-civetta corredato dai loghi, ovviamente piratati, di alcune famose griffe della grande distribuzione e da alcune righe di testo (in un italiano incerto, come caratteristico di queste fake). L’invito finale è a compilare un semplice questionario ma “se cliccate – avverte la Polizia – rischiate di fornire vostri dati sensibili”.

Questo il testo del messaggio: “La crisi italiana porta a tutti i cittadini buoni regalo alimentari per un valore di 200 euro. L’Italia è il Paese più colpito in Europa al giorno d’oggi. I cittadini sono bloccati nelle loro case, con un accesso molto restrittivo agli acquisti. Quindi, tutti i rivenditori di generi alimentari in Italia abbiamo deciso di creare un’avventura comune e di aiutare tutta la nostra gente. Offriamo buoni gratuiti a tutti i cittadini d’Italia (almeno 18 anni). Tutto quello che devi fare è compilare il muggito del quiz”.

related