coronavirus roma parlano cinesi

Coronavirus, parlano i due turisti cinesi ricoverati all’istituto Spallanzani di Roma. Secondo quanto raccolto dall’Adnkronos, il marito e la moglie che sono stati colpiti dal virus hanno detto: “Grazie a tutti per quello che hanno fatto: per i primi soccorsi, per l’accoglienza, le cure, la disponibilità… Siamo sereni”.

Sono queste le parole che, a quanto apprende l’Adnkronos, i due turisti cinesi risultati positivi al Coronavirus avrebbero pronunciato prima di essere messi in isolamento. La coppia, 66 anni lui, 65 lei, da mercoledì sera è ricoverata e sottoposta a cure. I due sono provenienti dalla provincia di Wuhan, epicentro dell’infezione. Un’ambulanza li ha prelevati dall’albergo dove alloggiavano e trasportati allo Spallanzani.

LEGGI ANCHE: Allarme Coronavirus, la comitiva dei due contagiati è stata a Sorrento e Pompei

A chi li ha visti e ha potuto scambiare qualche parola con loro, i due sono sembrati in forze e tranquilli. Pare che siano però preoccupati di rassicurare tutti sull’eventuale contagio provocato dal loro passaggio in Italia.

In queste ore si sta cercando di ricostruire il percorso fatto dai due turisti prima del ricovero per comprendere se abbiano potuto avere contatti con altre persone e se possano dunque esserci altri casi di contagio. “Vogliamo rassicurare tutti, a Roma non abbiamo mai preso mezzi pubblici e siamo stati sempre in albergo”, hanno detto i due turisti, assicurando: “A Roma non abbiamo girato, non abbiamo visitato nulla. Ci siamo ammalati subito e abbiamo sempre mangiato in camera”.

 

Coronavirus in Italia: i sintomi. Come si trasmette il contagio, conseguenze e cura



continua a leggere su Teleclubitalia.it