Tragedia in Campania, uomo muore carbonizzato in un prefabbricato

Tragedia in Campania, uomo muore carbonizzato in un prefabbricato

Tragedia a Laviano, in provincia di Salerno, dove un uomo è morto carbonizzato in un prefabbricato. La vittima, Antonio Esposito, era napoletano. Per cause in corso di accertamento, forse un corto circuito elettrico o una stufa difettosa, il prefabbricato ha preso fuoco.

Laviano, morto carbonizzato in prefabbricato

L’uomo, 80 anni, ha tentato di uscire dalla finestra senza riuscirci. Immediati sono stati i soccorsi dei vicini. Sul posto i vigili del fuoco di Eboli, i carabinieri della locale stazione e anche il primo cittadino.

Forse potrebbe essere stato un corto circuito scaturito dalle luci natalizie o da un difetto nell’impianto elettrico oppure da una stufa che mal funzionava, le ipotesi più probabili. Tutte cause che saranno confermate con le indagini in corso.

Un caso analogo a Coleto Perticara

Un caso analogo si è verificato a Corleto Perticara, nella Val d’Agri, lo scorso 20 novembre. Un uomo fu trovato morto, anch’egli carbonizzato, all’interno della sua abitazione. Si ipotizza che sia stato colpito da un malore e che si sia accasciato sul pavimento.

Il corpo totalmente carbonizzato, infatti, è stato ritrovato nella cucina, a pochi passi da una stufa a legna. A dare l’allarme furono alcuni vicini di casa, che notarono del fumo uscire da una finestra.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.