Napoli. Sperona armato auto della polizia, poi cade: grave cognato del boss

Napoli. Sperona armato auto della polizia, poi cade: grave cognato del boss

Napoli. E’ ricoverato in gravi condizioni nel reparto di rianimazione Massimo Bruno, dopo il violento schianto avvenuto ieri sera in via Marina. Il giovane è il cognato di  Salvatore Barile, a capo del clan Mazzarella e operante nella zona del Mercato.

Napoli, incidente per Massimo Bruno

Come riporta il portale online InterNapoli.it, l’uomo si trovava in via Marina a bordo del suo scooter ed era in possesso di un’arma. Accortosi di un posto di blocco della polizia, il giovane avrebbe proseguito la sua corsa eludendo i controlli e speronando la volante.

Dopodiché sarebbe rovinosamente caduto sull’asfalto riportando gravi ferite. Il giovane attualmente è piantonato all’ospedale Cardarelli dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico perchè nella caduta ha riportato un trauma toracico. E’ stato arrestato con le accuse di rapina aggravata, porto abusivo di arma e violazione della libertà vigilata.

Ai domiciliari il cognato boss di Bruno

Nel 2018 è stato scarcerato Salvatore Barile, cognato di Bruno, ritenuto dagli investigatori uno degli elementi apicale del clan Mazzarella, cartello che controlla gli affari illeciti nel centro storico di Napoli (Forcella e Poggioreale) fino al quartiere San Giovanni a Teduccio. Barile era stato condannato a 4 anni di reclusione per associazione camorristica e attualmente sta scontando poco più di un anno ai domiciliari.

 

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Tags

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.