Mugnano, 18enne morto in officina. Gli amici: “Emidio non l’avrebbe mai fatto”

Mugnano, 18enne morto in officina. Gli amici: “Emidio non l’avrebbe mai fatto”

Mugnano. E’ toccato ai docenti del liceo Emilio Segrè il difficile compito di entrare in classe e dare la triste notizia ai ragazzi: Emidio Gargiulo, ex studente dell’istituto scolastico mugnanese, è stato trovato morto stanotte nell’officina di famiglia.

Sono stati i familiari del ragazzo a trovare il corpo senza vita all’interno del locale e ad allertare i soccorsi. Pare che il giovane non abbia lasciato alcun biglietto prima di togliersi la vita. Ma le ragioni che hanno spinto Emidio a commettere il gesto estremo sono ancora ignote; le forze dell’ordine stanno indagano per ricostruire esattamente quello che è successo.

Gli amici di Emidio

Per gli amici d’infanzia è stato un duro colpo: nessuno si sarebbe aspettato che Emidio potesse mettere fine alla sua giovane vita. Stando al loro racconto, il ragazzo non aveva mai manifestato disagi e confidato loro problemi personali o familiari. Emidio, infatti, viene descritto come un giovane allegro, brillante, un po’ introverso. Un ragazzo sensibile, che in passato aveva perfino scritto poesie in occasione di un concorso organizzato dall’istituto scolastico. L’anno scorso si era diplomato con il massimo dei voti e ora dava una mano in famiglia.

I messaggi di cordoglio sui social

La notizia del decesso è rimbalzata subito sui social. Amici, docenti e conoscenti hanno scritto un messaggio di cordoglio al 18enne. “Per un insegnante leggere di un ragazzo di 18 anni che perde la vita, probabilmente togliendosela, è un dolore immenso che si accompagna anche ad un profondo senso di colpa”, sono le parole intrise di dolore di un docente di Mugnano.

“A volte i nostri ragazzi ci passano davanti col loro dolore e non riusciamo a vederlo purtroppo. Scusaci Emidio. Oggi perdiamo tutti. Tutte le istituzioni possono solo chiederti scusa e sperare tu possa riposare in pace almeno ora. Un caro abbraccio a te e a tutti i tuoi cari”, ha scritto l’insegnante. Anche il primo cittadino si è stretto intorno al dolore della famiglia: “Apprendiamo con dolore e sgomento dell’improvvisa dipartita del giovane Emidio . A nome mio, e dell’intera Amministrazione Comunale le nostre più sentite condoglianze alla famiglia Gargiulo. La città si stringe intorno a voi in un abbraccio”.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DEL GIORNO

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.