Casoria, Pietro Saetta muore a 16 anni in un incidente. Il lutto: “Giocherai tra gli angeli”

Casoria, Pietro Saetta muore a 16 anni in un incidente. Il lutto: “Giocherai tra gli angeli”

Si chiamava Pietro Saetta ed era di Volla il giovane di 16 anni morto ieri in un incidente ad Arpino di Casoria, in via Pascoli. Lo schianto è avvenuto in tarda mattinata sull’Asse perimetrale di Casoria (e non a Napoli, a Posillipo, come si era scritto erroneamente in un primo momento).

L’incidente

Secondo una prima ricostruzione, Pietro viaggiava in sella a uno scooter lungo la circumvallazione esterna. In fase di sorpasso, si sarebbe scontrato frontalmente con una macchina che proveniva dal senso di marcia opposto. A seguito dello schianto, è prima rimbalzato sulla macchina e poi è finito a terra. Sarebbe morto sul colpo. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori, la presenza di un altro mezzo a due ruote che l’avrebbe tamponato facendogli perdere il controllo dello scooter.

I soccorsi

Subito dopo sono scattati i soccorsi. I sanitari del 118 però, nonostante i tentativi di rianimazione, hanno potuto solo constatare il decesso del 16enne, che pare non indossasse il casco protettivo. Successivamente sono giunti anche i carabinieri e il magistrato di turno della Procura, che ha disposto l’autopsia sul corpo del giovane. I militari hanno anche interrogato il conducente della macchina, in stato di choc. Non sarebbe però responsabile dell’incidente e della morte di Pietro.

Il lutto per Pietro Saetta

Intanto la notizia della morte di Pietro Saetta ha fatto rapidamente il giro della città di Casoria e soprattutto di Volla, paese dove abitava con la famiglia. Pietro, classe 2003, era noto soprattutto nel mondo del calcio giovanile. Aveva frequentato la scuola calcio F.lli Vives, che su Facebook gli ha dedicato un commosso post di cordoglio.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.