catania etnaland pestato ciabatte

Un episodio di inaudita violenza quello che si è registrato a Etnaland, parco dei divertimenti a Catania. Un ragazzo di Bagheria ha subito un violento pestaggio da parte di un branco di ragazzi. La sua unica “colpa” è stata quella di aver reclamato la restituzione di un paio di ciabatte precedentemente sottratte al nipote.

Il pestaggio

Dopo un’accesa discussione, si è scatenato l’inferno. Secondo una prima ricostruzione dei fatti e stando a quanto denunciato dal padre del ragazzo bagherese in un post su Facebook, tutto è partito quando un giovane, di Catania, ha rubato le ciabatte a suo nipote. Da qui sarebbe nata un’accesa discussione, che sarebbe poi degenerata. Una decina di persone avrebbe accerchiato il ragazzo di Bagheria, picchiandolo e procurandogli la rottura del naso, dello zigomo, problemi con mandibola e varie tumefazioni in faccia (come si vede nella foto postata dal papà).

Il racconto su Facebook

A raccontare lo spiacevole episodio è lo stesso genitore attraverso un post su Facebook, con tanto di foto, che ha raccolte decine di migliaia di commenti e svariate condivisioni: “Ieri pomeriggio mio figlio si trovava a Etnaland di Catania, un ragazzo ha rubato le ciabatte a mio nipote. Loro si sono accorti chi le aveva prese, così sono andati a farsele ridare, ma ad un certo punto per tutta risposta questi hanno iniziato a inveire contro di loro. Era una decina circa. Hanno procurato a mio figlio la rottura del naso, dello zigomo, problemi con mandibola, varie tumefazioni in faccia. Mio figlio è stato colpito anche con delle pietre. Tutto questo senza che nessuno intervenisse, solo alcune donne. Insomma, una vergogna totale. Sono intervenuti i carabinieri e non potuto fare altro che accompagnare mio figlio al pronto soccorso dove sarà a breve operato. Spero che qualcuno abbia visto o sappia qualcosa. O magari ha filmato con un telefonino tutto ciò, per poter rintracciare sti animali. Conosco un Dio di giustizia e sono sicuro che Lui farà giustizia”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it