giugliano

GIUGLIANO – Sesso con le figlie di 9 e 13 anni, condannato, dal tribunale Napoli Nord che lo ha riconosciuto colpevole delle violenze nei confronti di entrambe le figlie, a 10 anni di carcere e al risarcimenti di 100 mila euro padre orco. Tre anni d’inferno e violenze nei confronti delle figlie minorenni. L’uomo, imprenditore 46enne, attualmente agli arresti domiciliari, fu arrestato dai militari dell’arma della stazione di Pianura, dopo una denuncia presentata dall’ex moglie. 

I fatti risalgono nel periodo tra il 2013 e il 2017  quando l’uomo, subito dopo la separazione, si era trasferito in casa con la madre a Licola di Giugliano. Un incubo vissuto in silenzio per oltre tre anni dalle piccole che non si erano mai confidate tra di loro.Un racconto inquietante ed agghiacciante quello descritto dalle minori presso gli uffici della procura con l’assistenza di una psicologa. Le violenze accadevano quasi sempre la domenica dopo pranzo: l’uomo si appartava nella sua stanza da letto e abusava sessualmente delle bambine. Secondo la perizia dei medici, le violenze hanno riguardato maggiormente la bambina di 9 anni.

inlineadv

Durante il processo di primo grado la donna e le bambine sono state assistite dall’avvocato Francesco Benetello e dall’associazione antiviolenza Maddalena di Napoli. Soddisfatta della sentenza la madre delle ragazzine, che il giorno dell’arresto si recò a casa dell’ex marito per urlare la propria rabbie a applaudire i carabinieri che lo portavano via “Giustizia è stata fatta per le mie figlie che non attendevano altro. E’ stato difficile, pensavo che questo giorno non potesse arrivare mai e che forse era meglio farsi giustizia da soli. Ma dopo due anni di inferno oggi inizia la nostra risalita, anche se per questo reato quell’uomo meriterebbe molti più anni di carcere perché i segni che ha lasciato sulle bambine saranno difficili da cancellare”.

 

 

related