Qualiano. Umiliazioni di ogni tipo, violenze fisiche e psicologiche perdurate per circa un anno. È l’orrore quotidiano e senza scuse che emerge dalla denuncia di una donna, una 52enne di Qualiano, che ha trovato il coraggio di raccontare una lunga serie di soprusi subiti da parte del marito e di squarciare finalmente il velo di silenzio.

Dopo la denuncia, i carabinieri hanno arrestato un 53enne, incensurato, di Qualiano, ritenuto responsabile di aver vessato, da maggio scorso, la coniuge.

I maltrattamenti si sono verificati sia fisicamente attraverso aggressioni a schiaffi, pugni e calci sia psicologicamente poiché l’uomo denigrava la moglie, la offendeva e la umiliava.

La donna ha patito in silenzio per mesi fin quando, arrivata al limite delle sofferenze, si è decisa a denunciare. Si è rivolta ai carabinieri della stazione di Qualiano, i quali hanno accertato le circostanze delle violenze richiedendo quindi all’autorità giudiziaria di Napoli Nord l’emissione di una misura cautelare nei confronti dell’indagato.

Alla luce del quadro probatorio, la procura di Napoli-Nord che ha coordinato le indagini ha ottenuto dal g.i.p. un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per maltrattamenti in famiglia. A dare esecuzione al provvedimento i carabinieri della stazione di Qualiano che hanno tratto in arresto il 53enne, accompagnandolo ai domiciliari nella propria abitazione di residenza a Castellammare di Stabia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it