Paura a Napoli, in pieno centro, in via San Giovanni a Carbonara, non lontano dall’omonima chiesa. Nove colpi sono infatti stati esplosi contro un’abitazione della zona. Quattro ogive sono state rinvenute in camera da letto. L’obiettivo di questo raid intimidatorio non era però in casa.

Si tratta di Alberto Volpe, 39 anni, ritenuto vicino al clan Sibillo, che al momento del raid si trovava fuori con la moglie, ma i figli e la madre erano però in casa, ma non si sarebbero accorti di nulla, trovandosi probabilmente in un’altra stanza. Al rientro, la coppia ha notato i proiettili in camera da letto e ha collegato il tutto.

inlineadv

La sparatoria sarebbe avvenuta intorno alle tre del mattino; sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia Stella e quelli della Scientifica del Comando Provinciale per i rilievi.

 

related