Nulla di fatto nel consiglio comunale di questa mattina a Giugliano. Un imprevisto ha sospeso la seduta e rinviata a data da destinarsi. Motivo dello stop un guasto improvviso all’impianto audio dell’aula consiliare di Corso Campano 200. Giunti al punto sull’impianto di smaltimento delle ecoballe gli unici due interventi sono stati quelli di Alfonso Sequino e Franco Carlea. Quest’ultimo ha elencato i motivi per cui è contrario alla costruzione dell’impianto che dovrebbe smaltire le ecoballe di Giugliano.

Tra questi l’esistenza di una legge che lo impedirebbe, la presenza di discariche e altri impianti sul territorio e il prezzo troppo alto che la città ha pagato negli anni sul fronte rifiuti. Sequino invece ha letto una lettera diffida a firma del centrodestra, 5 stelle e Ragosta, indirizzata al governatore De Luca e al vice Bonavitacola. I due vengono invitati a rispettare la legge del 2007 che prevedeva il divieto di realizzazione impianti di smaltimento finale sul territorio di Giugliano. Gli otto firmatari, “in mancanza di provvedimenti consequenziali” annunciano di voler interpellare l’autorità giudiziaria. Sequino poi ha lanciato una pesante stoccata al sottosegretario 5 stelle Salvatore Micillo.

inlineadv

VIDEO:

related