Giugliano, documenti sequestrati al Comune dopo caso Lidl: gip convalida. Indagato dirigente

Giugliano, documenti sequestrati al Comune dopo caso Lidl: gip convalida. Indagato dirigente

Giugliano. Continua l’inchiesta dopo il blitz dei carabinieri della Compagnia di Giugliano, guidati dal capitano Antonio De Lise, al supermercato Lidl in costruzione in via Pigna a Casacelle. Nei giorni scorsi il sequestro della struttura non era stato convalidato ma i militari dell’Arma avevano effettuato però anche un altro sequestro a fine luglio.

Dagli uffici comunali di Corso Campano, infatti, erano stati prelevati dagli uomini della Benemerita anche alcuni documenti dall’ufficio tecnico, sempre relativi all’opera. In questo caso è arrivata la convalida da parte del giudice. Le carte restano sequestrate e saranno eseguiti accertamenti. Il dirigente del settore, l’architetto Filippo Frippa, risulta ora indagato dalla Procura di Napoli nord per lottizzazione abusiva. Ora si dovrà capire com’è andato con precisione l’iter che ha portato alla realizzazione della struttura di via Pigna, dove i lavori restano ancora fermi anche dopo il dissequestro. Lo stabile sorge in un terreno classificato, da un punto di vista demaniale, come F1, cioè destinato a ospitare standard e attrezzature a uso pubblico e non edifici privati.

Teleclubitalia - notizie ed approfondimenti della cronaca di Napoli e dal resto dell'Italia.