Scafati. Dapprima ha accoltellato la moglie prima di scappare e far perdere le sue tracce, dopodiché ha ferito anche il nipote della donna, intervenuto in difesa della zia.

Ferite superficiali all’addome e agli arti superiori per entrambi, attualmente ricoverati in ospedale in via precauzionale. La vicenda è accaduta nella tarda serata di mercoledì, in un appartamento di via Cesare Battisti.

Soltanto ieri, però, la donna, 35 anni, ha avuto il coraggio di raccontare ai carabinieri ciò che era successo, denunciando il marito 40enne. Una lite tra coniugi, degenerata in una vera e propria aggressione, che avrebbe potuto trasformarsi in tragedia. Sembra, inoltre, che l’uomo non avesse accettato la decisione della moglie di chiedere la separazione.

L’ennesima discussione è scoppiata in casa, alla presenza di un nipote della donna, di 25 anni. Il ragazzo, non ha esitato ad intervenire, cercando di riportare alla calma lo zio senza però riuscirci. A quel punto, anche il giovane sarebbe stato raggiunto dal fendente. I carabinieri della tenenza, coordinati dal maresciallo Antonello Catapano, stanno cercando di ricostruire con precisione la dinamica dei fatti, partendo dalla versione fornita dalla donna e dal nipote.

E’ caccia all’uomo. L’aggressore ha fatto perdere le sue tracce: è da giovedì sera non si hanno più sue notizie. Intanto i militari, delegati dal sostituto di turno della procura di Nocera, Annachiara Fasano, ascolteranno di nuovo i due feriti, che sono ancora ricoverati in ospedale, la donna a Nocera Inferiore, il nipote a Sarno. Si sta cercando, inoltre, di capire cosa abbia utilizzato l’uomo per colpire prima la moglie e poi il nipote. Si presume un coltello da cucina, che al momento non è stato ancora rinvenuto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it