Violenta rissa a Scampia: moglie in ospedale, giuglianese arrestato e scarcerato

Violenta rissa a Scampia: moglie in ospedale, giuglianese arrestato e scarcerato

Una violenta rissa tra parenti, avvenuta ieri pomeriggio nel Lotto G a Scampia. Lo scontro è avvenuto tra due gruppi ed ha coinvolto in particolare un 24enne di Giugliano e la moglie. I due stavano discutendo quando poi è partita la violenza tra parenti alla quale avrebbero preso parte anche due donne: la sorella della donna ed un’altra con un bambino in braccio. Circa 5 le persone coinvolte nella rissa.

Il giuglianese è finito all’ospedale San Giuliano di Giugliano con lievi ferite mentre la moglie è stata trasportata al Cardarelli di Napoli con la rottura del setto nasale ed altre ferite. I medici hanno diagnosticato per lei 41 giorni di prognosi. Dopo qualche ora sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia Centro che hanno arrestato il 24enne e denunciato in stato di libertà gli altri rissanti. L’uomo è stato ristretto ai domiciliari con l’accusa di lesioni gravissime nei confronti della moglie.

Stamani dinanzi alla sesta sezione penale del Tribunale di Napoli si è tenuta l’udienza per direttissima. Il difensore, l’avvocato Rocco Ciccarelli, ha contestato però le modalità dell’arresto: l’intervento dei militari è arrivato qualche ora dopo i fatti, nella tarda serata, e non si può configurare dunque la flagranza di reato. Secondo il legale, l’arresto è stato operato solo sulla base delle dichiarazioni della vittima. Il giudice ha accolto la tesi dell’avvocato Ciccarelli e disposto la liberazione. Il 24enne, accusato di aver provocato le gravi lesioni alla moglie, adesso affronterà quindi il processo a piede libero e potrà chiarire l’episodio fornendo anche la sua versione.