Villaricca, la sfida di Sarracino: “No a compromessi, c’è bisogno di una svolta”

Villaricca, la sfida di Sarracino: “No a compromessi, c’è bisogno di una svolta”

Villaricca. Ha scelto di scendere in campo da solo, senza simboli di partito, formando una lista civica. Luigi Sarracino, attuale consigliere comunale eletto con Forza Italia, è candidato sindaco alle prossime amministrative di giugno con la lista Villaricca Popolare. Dall’altra parte c’è il candidato grillino, Luigi Nave, ed i due candidati di centrosinistra: Rosaria Punzo, attuale assessore della giunta Gaudieri, e Giovanni Granata, vice-sindaco. Entrambi hanno ottenuto il sostegno di diversi esponenti di centrodestra confluiti in alcune liste civiche. Il simbolo di Forza Italia, infatti, quasi sicuramente non sarà presente nella competizione.

Una logica, quella delle alleanze trasversali, che non è piaciuta a Sarracino. “La mia è una scelta di coerenza. – afferma – Mi ero proposto anche per un progetto con Forza Italia, anche se credo che il ruolo di Francesco Guarino resti primario sul territorio, ma le cose sono andate diversamente ed ho intrapreso questo strada alternativa anche se con un animo pur sempre di centrodestra.  Ho detto no ai compromessi – spiega Sarracino – perchè credo che a Villaricca ci sia bisogno di una vera svolta. Alcuni consiglieri prima denunciavano ed inviano carte alla Corte dei Conti, vedi il caso del parco urbano di via Bologna. Adesso invece cosa è successo? Secondo me qualcuno ha preso delle scelte per portare avanti i propri interessi personali ma ben presto i cittadini si sveglieranno e lo capiranno”.

Del Movimento 5 Stelle Sarracino invece dice: “Rispetto il M5S ed il candidato sindaco Luigi Nave ma non conoscono bene tutti i problemi del territorio come li posso conoscere io”.

“Durante questo mandato elettorale da consigliere ho già contribuito a ridurre le spese legali dell’ente – continua l’aspirante primo cittadino – e mi sono impegnato in prima persona per l’Area Fiera. Ma c’è ancora tanto da lavorare per portare lavoro e dare una speranza ai cittadini villaricchesi. Il Comune ha debiti per circa 60 milioni di euro, accumulati negli anni passati per l’inefficienza a riscuotere e la cattiva gestione delle precedenti amministrazioni. Adesso ci ritroviamo una pressione fiscale altissima – sottolinea ancora Sarracino – e le periferie sono abbandonate. In una situazione del genere gli schieramenti politici contano poco, si deve lavorare solo per il bene comune e questo è il nostro obiettivo”.

Ed è proprio la zona periferica uno dei punti che sta più a cuore a Sarracino. “Non siamo in grado nemmeno di fornire un servizio navetta ai cittadini di Villaricca 2 che pagano il 20% delle tasse ma non hanno servizi adeguati.”

“La mia lista è formata da gente comune, che non ha mai fatto politica, ed invito anche altri cittadini ad aderire al mio progetto candidandosi in prima persona. Non puntiamo alla vittoria perché non vogliamo fare accozzaglie, poi saranno gli elettori a decidere se premiare la genuinità del nostro progetto oppure no”.