Uccisa da un’auto a soli 21 anni, Crispano in lutto per la morte di Anastasia

Uccisa da un’auto a soli 21 anni, Crispano in lutto per la morte di Anastasia

Casoria. Travolta e uccisa da un uomo ubriaco alla guida di un’Alfa Romeo 156. Anastacia Donadio, 21enne, non ce l’ha fatta. E’ stata sbalzata a dieci metri di distanza dalla vettura ed è morta sul colpo. I sanitari giunti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Le città di Crispano, di cui la ragazza era originaria, è in lutto. Anastasia, studentessa, era una ragazza simpatica e solare, che amava trascorrere le proprie serate con gli amici.

E proprio da un locale, dove era con i suoi compagni, la 21enne usciva quando è stata travolta da Francesco Mocerino, militare di carriera presso l’aeronautica militare, 23enne, ubriaco alla guida dell’Alfa 156. Aveva appena augurato la buonanotte ad un’amica quando davanti ai suoi occhi si è materializzato il muso dell’auto che le ha tolto la vita.

Arrestato dai carabinieri dopo circa un’ora, Mocerino dovrà rispondere di omicidio stradale e omissione di soccorso. Avviate le indagini anche per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. L’auto è stata ritrovata a Cardito, abbandonata e con il parabrezza infranto.

LEGGI ANCHE: MORTE DI ANASTASIA, PROCLAMATO IL LUTTO CITTADINO