Torna in carcere Pino Mele, si era dimenticato di andare a firmare in caserma

Torna in carcere Pino Mele, si era dimenticato di andare a firmare in caserma

Torna in carcere pino Mele, 35enne di Giugliano. L’accusa è di aggravamento per obbligo di firma violato. L’uomo infatti ha l’obbligo di firma per una rapina effettuata in una gioielleria in provincia di Treviso (LEGGI QUI) dove è accusato di tentato omicidio. Adesso è detenuto a Poggioreale.

Il 35enne è stato arrestato dagli agenti della polizia del Commissariato di Giugliano, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino, in quanto non aveva ottemperato all’obbligo di firma.

L’uomo, secondo le informative delle forze dell’ordine, sarebbe vicino al clan Mallardo, il gruppo capeggiato da Michele De Biase, detto Paparella, scomparso mesi fa e di cui ancora non si hanno notizie. Mele sarebbe però vicino alla fazione di Di Biase, tanto che, pare che la sera in cui avvenne la sparatoria nelle palazzine Ina Casa lui fosse lì con il figlio di Di Biase e difatti sarebbe stato ascoltato dagli inquirenti.