Testa di maiale alla moschea, la condanna unanime della politica

Testa di maiale alla moschea, la condanna unanime della politica

La macabra vicenda che ieri ha visto protagonista la moschea di Giugliano ha suscitato le reazioni politiche. A livello regionale ieri sono stati i Verdi a parlare dicendo che quelle scritte sono il risultato di una politica scellerata come quella di Salvini e della Meloni.

A Giugliano dopo la condanna del sindaco arriva anche quella di Luigi Guarino che dice: “E’ un gesto dal quale prendo le distanze inorridito. Giugliano ha sempre fatto dell’integrazione un baluardo e notizie come questa fanno male al cuore. Inoltre credo che qualunque sia il credo, la razza il sesso o la religione, tutti devono essere rispettati a testimonianza di tradizioni”.

 

L’ex segretario di Rifondazione Mario Riccardo ritiene che “a Giugliano in questi ultimi anni si è dato tantissimo spazio a personaggi razzisti e xenofobi che hanno portato alle manifestazioni contro immigrati e rifugiati politici della zona costiera ed ora portano a simili gesti”.

 

A parlare di razzisti e xenofobi è anche Antonio Russo dirigente di Sel. “Oltre che razzisti, xenofobi, intolleranti e quant’altro gli autori sono essenzialmente sciocchi in quanto, con le loro azioni di rivalsa contro i mussulmani e i loro luoghi di culto, diventano alleati dei terroristi . Alimentano rabbia e timori e, in questo modo, danno la possibilità ai più esagitati, pur inseriti nelle comunità occidentali, di fomentare odio e trascinare i più influenzabili verso posizioni estremistiche. L’IS conta anche su questi alleati nostrani”.

Affermo che l’atto intimidatorio nei confronti della moschea è stupido e assolutamente da condannare. Ritengo che comunque è un segnale di una tensione molto alta, che esiste oggi tra i cittadini dopo i sanguinosi attentati terroristici effettuati in nome dell’Islam. L’obiettivo dei terroristi, che fanno tutti riferimento allo Stato Islamico, è quello di portare scompiglio e paura nelle nostre città. Vogliono colpire il nostro Stato laico, che tutela le libertà politiche, civili e religiose dei cittadini. Vogliono portare lo stesso caos e stati dittatoriali che sono presenti nel medio oriente dove le libertà personali e sociali sono limitatissime , le donne non hanno gli stessi diritti dell’uomo, ma sono spesso schiave nella loro casa, vige la legge islamica assolutamente non laica. Credo sia indispensabile che le Comunità islamiche nel nostro Paese si aprano effettivamente alla società condividendo fino in fondo i valori laici delle libertà, dei doveri e dei diritti che il nostro Stato ha deciso di darsi, ciò al fine di una reale e condivisa integrazione

Il gruppo degli attivisti del movimento 5 stelle di Giugliano esprime massima solidarietà alla Comunità islamica in seguito al vile gesto offensivo compiuto la scorsa notte contro la Moschea di Giugliano. Certi gesti, oltre ad essere vergognosi, razzisti, ignoranti ed infantili, sono assolutamente intollerabili in ogni caso. Il gesto odierno risulta particolarmente deplorevole perché perpetrato ai danni di una comunità religiosa che da sempre si distingue per la buona integrazione col tessuto sociale della città e per il rispetto delle regole e dei luoghi comuni. Il nostro ringraziamento va in particolare all’Imam per la moderazione manifestata in questo delicato momento storico nel definire l’orrendo gesto “una ragazzata”.