Sestile, troppa voglia di tornare. Impossibile il Giugliano? Vira sulla Frattese

Sestile, troppa voglia di tornare. Impossibile il Giugliano? Vira sulla Frattese

Nelle ultime settimane il presidente della Frattese, Antonio Nuzzo, ha incontrato l’amministrazione comunale di Frattamaggiore affinché si cerchino degli imprenditori in grado di sostenere il progetto dei Nerostellati e non far scomparire il calcio dalla città. Le parti sembrano aver trovato l’uomo giusto, ovvero Salvatore Sestile, storico presidente del Giugliano, corteggiato dalla dirigenza della squadra affinché entri in società. L’imprenditore sembra voler accettare e le parti si incontreranno nei prossimi giorni.

Sestile da anni è impegnato nella ricostituzione della squadra cittadina ma il problema legato allo Stadio De Cristofaro ha sempre negato alla città questa possibilità: quest’estate sembrava tutto fatto, il Giugliano era pronto a ripartire dalla Serie D, ad un passo dalla Lega Pro, grazie all’impegno del presidente che ancora una volta si è fatto promotore del calcio in città e grazie a degli imprenditori provenienti da fuori regione, che credevano nel progetto , hanno provato a fare un regalo ai tifosi dei Tigrotti.

Purtroppo però senza la struttura non si può affrontare un campionato come quello della Serie D. Il Giugliano ha tentato in ogni modo di sopprimere il problema stadio spinti da una grande passione , ma purtroppo l’impossibilità di dare una casa a questo progetto fa decadere il tutto. In queste settimane si è provato a fare un ultimo tentativo ma ancora una volta, con la questione stadio in stand-by, si è dovuto desistere.

Sestile ha però troppa voglia di tornare a fare calcio e la scelta di aiutare un amico e collega come Nuzzo può essere vincente, nonostante la morte nel cuore per l’abbandono, anche se solo parziale, della sua terra natia.